Domenica 19 Novembre 2017
NOTIZIENOTIZIE

04/02/2015 - Il comitato pendolari  Siciliani interviene nel dibattito relativo alla cessazione del traghettamento dei treni sullo Stretto.
«Vengono meno a cinque milioni di siciliani i diritti previsti dall’art. 16 della Costituzione Italiana : “Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale… Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche…”.  si legge nella nota del CPS - Ma non è proprio così!!! I siciliani dal 13 giugno 2015 non avranno più garantiti gli stessi diritti alla mobilità da Villa San Giovanni a Bolzano, hanno più diritti gli immigrati che transitano nel braccio di mare tra l’Africa e la Sicilia che i Siciliani per raggiungere il continente Italia o meglio l’Europa in treno.»

  • ad un amico
   Seguici su Facebook

La tua Pubblicità Qui!

Tel. 0933
Fax 0933
e-mail :


Cell.

Info