Domenica 18 Novembre 2018
NOTIZIENOTIZIE

Catania, 03/02/2015 - Assolutamente immotivato l’allarme lanciato ieri dal Codacons, dalle pagine de La Sicilia, sulla presunta sospensione delle prescrizioni dei farmaci per la cura dell’osteoporosi.
Non risponde, pertanto, al vero la denuncia dell’associazione che rischia di creare, senza alcuna ragione, disagi e preoccupazioni fra i pazienti.
Non vi è stato, e non vi potrebbe mai essere, da parte dell’Asp Catania, alcuna intenzione di ridurre o condizionare la cura dei pazienti affetti da osteoporosi. Prova ne è che sulla questione, il Dipartimento del farmaco dell’Asp Catania non ha impartito alcuna disposizione, rimanendo invariate le regole per la prescrizione medica che deve essere effettuata: nel rispetto delle norme di settore e delle indicazioni fornite dal Ministero della Salute nelle schede tecniche ed eventualmente contenute nelle note AIFA; sulla base dell’appropriatezza, affinché la prescrizione di farmaci, per quantità, qualità e modalità di somministrazione, induca un miglioramento nelle condizioni di salute del paziente e non determini un consumo non giustificato dalle evidenze cliniche, oppure inadeguato e rischioso per la salute; dell’efficacia dell’intervento, nel senso che il medico deve sempre finalizzare la prescrizione di un medicinale alla cura della patologia lamentata e riscontrata, tentando di ottimizzare il rapporto mezzi (farmaci)/risultato (miglioramento delle condizioni di salute), in modo da raggiungere il massimo risultato con il minimo impiego di principio attivo che è, comunque, potenzialmente tossico.
Nessuna struttura del SSR e dell’Asp Catania ha, inoltre, avviato alcuna campagnaterroristica nei riguardi di alcun farmaco, come sostiene il Codacons.
Gli interventi dell’Asp Catania sono, invece, determinati sia da attenzione ai pazienti, a tutti i pazienti, per i quali si devono garantire l’obiettivo di cura e la tutela della salute; sia da rigore nel controllo della spesa, per evitare qualsiasi spreco di risorse finanziarie.
È utile ricordare, infine, che i farmaci per l’osteoporosi sono regolamentati dalla nota AIFA n. 79 e che la prescrizione a carico del SSN è limitata dalle condizioni di rischio nella stessa descritte.
Il mancato rispetto delle suddette indicazioni e l’uso indiscriminato di farmaci espone a grave rischio la salute dei cittadini.

  • ad un amico
   Seguici su Facebook

La tua Pubblicità Qui!

Tel. 0933
Fax 0933
e-mail :


Cell.

Info